lunedì, novembre 28, 2005

TEVERE in piena

Un eccezionale ondata di piena ha attraversato la capitale.
Sgomberati nomadi e senzatetto che vivono sul greto del fiume.
L'ondata di piena del Tevere è arrivata a Roma, ma ha toccato un'altezza inferiore ai quattordici metri, considerata la soglia di pericolo immediato per Fiumicino e l'Idroscalo di Ostia. Secondo le prime indicazioni, fornite dalla Prefettura di Roma che coordina tutta l'emergenza, la piena è stata registrata all'idrometro del Ponte di Ripetta a un'altezza intorno ai 12 metri. Misure comunque considerevoli, visto che per trovarne di simili nella capitale bisogna risalire al 1986, quando in quel punto toccò i 12 metri e 41 centimetri. E per i romani è "spettacolo": in molti si sono fermati a guardare l'ondata dai ponti monumentali della città, per immortalare, con telefoni cellulari, macchine fotografiche e telecamere, la piena ventennale del fiume della Capitale.










1 commento:

bleusouris ha detto...

Se il clima sta cambiando...Roma, e non solo, non se la passerà bene...