mercoledì, giugno 22, 2005

Berlusconi PLAYBOY

GAFFE di Berlusconi, che dichiara vantandosene: "Ho fatto il playboy con la presidente Halonen per l'agenzia alimentare a Parma"
Finlandia: "Stupore per le affermazioni del premier"
Helsinki convoca ambasciatore italiano!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

... Risale a molti anni fa l'ostilità di Silvio Berlusconi per i comunisti. Il presidente del Consiglio si lascia andare ai ricordi e, davanti alla platea di coordinatori e dirigenti di FI al cinema Capranica, parlando dei "grandi mali del secolo", il nazismo e il comunismo, torna con la memoria alla sua gioventù. "Anch'io - racconta Berlusconi secondo quanto hanno riferito alcuni partecipanti all'incontro - quando ero appena dodicenne, studente dai Salesiani, una sera andai ad attaccare i manifesti per la Dc. Erano i famosi manifesti contro il Fronte Popolare in cui si avvertiva l'elettore che nel segreto dell'urna 'Dio ti vede Stalin no'".
Così, mentre il futuro premier lavorava di colla e pennello, "passò un gruppo di comunisti e mi buttò giù dalla scala su cui ero salito per attaccare i manifesti". Malconcio, Berlusconi tornò a casa e fece fatica a spiegare alla madre che era stato malmenato: "Tanto che appena mi vide in quelle condizioni pensò che avessi combinato qualche marachella e mi diede il resto". LA REPUBBLICA

Dblk ha detto...

Per non parlare delle famose corna fotografiche o del medio alzato con orgoglio!!! Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo! Povero Silvio!

bleusouris ha detto...

Mi verrebbe da dire: "povera donna, ridotta ad avere Berlusconi come "spasimante"..."