lunedì, aprile 25, 2005

Vendesi

















Tremonti: «Se dipendesse da me venderei, con concessioni di cento anni, tutte le spiagge e tutti gli stabilimenti marittimi. Con il ricavato finanzierei grandi piani di turismo, veri e concreti, nel Mezzogiorno».

«Quella del vicepresidente Tremonti mi sembra davvero una dichiarazione da ultima spiaggia - ha commentato Nichi Vendola - E' spaventosa la propensione del centrodestra nell'assalto al territorio...».
La proposta è considerata «senza senso» da Legambiente, che parla di «provocazione di pessimo gusto» e che sottolinea come «il rilancio della nostra economia non passa attraverso la svendita del territorio» perché «è la qualità che premia il turismo e porta soldi all'Italia, non le colate di cemento in riva al mare».
Italia Nostra ritiene invece che «il ritorno di Tremonti al governo segna una nuova stagione di follia e di irrresponsabilità nei confronti del patrimonio culturale e ambientale italiano».

2 commenti:

sofasurf ha detto...

Se dipendesse da me, venderei Tremonti, Bossi e quel nano del Berlusca al miglior offerente. Qualora non ce ne fossero (di offerenti), sarei disposto anche a regalarli.

bbr ha detto...

Con tutte le proposte creative che ha fatto in questi anni di governo, sto cominciando a preoccuparmi seriamente.
Non vorrei che, una volta esaurito il patrimonio immobiliare, territoriale e naturalistico, si cominciasse a vendere i cittadini al mercato degli schiavi...