venerdì, gennaio 28, 2005

Procter&Gamble conquista Gillette

Torna la voglia di fusioni a Wall Street. Dopo le recenti acquisizioni tra i colossi Peoplesoft-Oracle e Nextel-Sprint,oggi è stata annunciata la fusione di Gillette con la Procter&Gamble, gigante americano dei cosmetici e prodotti di largo consumo. Inoltre, secondo le indiscrezioni, ci sarebbe aria di fusione anche tra l'operatore telefonico americano SBC Communicattions e ATT&T. I titoli degli acquirenti e dei potenziali acquirenti sono rimasti in genere robusti, segnalando un'approvazione da parte del mercato. La Procter & Gamble, gigante americano dei cosmetici e dei prodotti di largo consumo, ha confermato oggi di aver concluso un accordo per acquistare il gruppo Gillette in una transazione valutata in circa 57 miliardi di dollari. L'accordo siglato tra le due aziende prevede la corresponsione di 57 miliardi di dollari in azioni e punta alla creazione di un vero e proprio colosso nel settore dell'igiene e della cosmesi, forte di 21 marchi (ciascuno dei quali in grado di assicurare ricavi annuali di oltre un miliardo di dollari). L'intesa tra P&G e Gillette (l'offerta prevede la valutazione di ogni suo titolo a quota 53,94 dollari, il 17,6% in più rispetto ai 45,85 dollari della chiusura di Borsa di ieri) determinerà la perdita del 4% della forza lavoro combinata dei due gruppi attualmente pari a 140.000 dipendenti. A gioire in maniera particolare dell'accordo raggiunto dovrebbe essere il finanziere Warren Buffett -noto come il 'guru di Omaha'- maggior singolo azionista di Gillette con 96 milioni di azioni in portafoglio.

1 commento:

Panini ha detto...

megafusione senza cacciare un dollaro...
carta contro carta!
mi tornano in mente brutti ricordi, come AOL...